La fonologia è un ramo dello studio che si occupa dello studio del linguaggio. La parola fonologia ha la sua origine dall’antico greco. Si occupa più dell’ordine dei suoni nelle lingue parlate e della rappresentazione dei segni nella lingua dei segni. Si occupa dello studio del sistema dei fonemi nella lingua parlata. I fonemi sono la differenziazione del suono in mezzo alla lettera che è unica a modo suo. È anche indicato come fomico o fonetica. Equivalente alle lingue parlate, le lingue dei segni hanno anche un sistema fonologico di suoni. Gli elementi generali di costruzione di un segno sono le specifiche relative alla forma della mano, al movimento e alla posizione.

Per una lingua, il sistema fonologico è referente dalla parola fonologia. Si dice che il sistema audio fondamentale sia composto da:

Sintassi: rappresenta l’insieme e le regole e i regolamenti che aiutano a inquadrare le frasi in una struttura perfetta. Scopre le regole sintattiche per qualsiasi lingua.

– Morfologia: rappresenta lo studio delle parole. Si tratta anche del rapporto di altre parole nella stessa lingua. Si concentra anche sulla parola radice, prefisso e suffisso. Si occupa anche dell’annotazione, delle parti del discorso e del contesto.

Vocabolario: rappresenta l’insieme di parole usate in modo frequente da una persona nella stessa lingua. È la cosa fondamentale ed essenziale per la comunicazione e il guadagno della conoscenza.

La fonetica e la fonologia sono diverse e bisogna essere molto attenti nel trattare con loro. Ecco un link importante che dettaglia la fonetica. La fonologia è diversa a modo suo. Descrive in dettaglio le informazioni audio di una lingua in profondità. La linguistica teorica è di proprietà della fonologia. La linguistica teorica è lo studio della natura del linguaggio, come funziona in modo normale e la grammatica correlata.

Gli altri argomenti trattati dal mondo della fonologia sono:

Fonotattice: Questo è un termine con l’origine greca antica. È un ramo della fonologia. Si occupa principalmente delle restrizioni in una lingua sulle combinazioni consentite di fonemi. Descrive anche la struttura della sillaba.

Alternanza fonologica: nella linguistica, l’alternanza è la piccola unità di una lingua che mostra variazioni nella realizzazione fonologica. Le alternanze sono chiamate alternanti. Aiuta anche a scoprire gli allofoni (set di suoni parlati, telefoni o segni) e allomorfi (una piccola unità di cambiamenti sonori, ma il significato effettivo rimane lo stesso) di un fonemi della lingua.

Gli stessi principi e regolamenti sono applicabili anche alla lingua dei segni.